novalogos

Hirak

La rivoluzione del sorriso in Algeria


ISBN 9788831392082
Pagine 180
Scienze sociali, 18
Soggettività e potere
Ordina questo libro

risvolto

PROSSIMAMENTE IN LIBRERIA - Nel febbraio del 2019, centinaia di migliaia di persone invadono strade e piazze nelle piccole e grandi città dell’Algeria, per protestare contro la candidatura per un quinto mandato consecutivo dell’ottuagenario e gravemente malato Presidente Bouteflika. È l’inizio dell’Hirak, il “movimento”, che, da allora, occupa pacificamente ogni settimana lo spazio pubblico algerino, per reclamare la fine di un sistema di potere che dall’indipendenza ha privato la popolazione di diritti sociali, economici, culturali e politici. Pur dovendo rinunciare alla sua dimensione fisica più ampia per undici mesi, a causa dell’epidemia da COVID-19, l’Hirak ha continuato a resistere con azioni mirate, boicottaggi elettorali, sit-in, mobilitazioni sui social media e pratiche di resistenza quotidiana ai tentativi di cooptazione e coercizione del regime, riuscendo a mantenere intatti obiettivi, identità e narrazioni. La proposta dell’Hirak di rovesciamento delle condizioni materiali che gravano sul popolo algerino è inscindibile, infatti, da quella di una conversione del discorso egemone che definisce lo stesso popolo, in nome del quale si legittima la continuità del sistema politico nazionale.

> COMITATO SCIENTIFICO

L'autore